"Ogni cosa conduce a un'altra cosa, che conduce a un'altra cosa...
se ti concentri sul fare la più piccola, poi la successiva e così via...
ti trovi a fare grandi cose, avendo solo fatto piccole cose."

J. H. Weakland  
Fiocco-left
Fiocco-right
Lara Parma Psicologa Bellusco Psicoterapeuta Bellusco Lara Parma psicologa Psicoterapeuta Lara Parma Psicologa Bellusco

QUANDO CHIEDERE AIUTO?

Può capitare nel corso della vita, di fronte a cambiamenti, scelte o eventi particolarmente stressanti, dolorosi e difficili da gestire, di avvertire un disagio che nel tempo può compromettere la qualità della vita limitando la serenità e il benessere psico-fisico.

Ci possono essere momenti in cui sembra di non riuscire a ritrovare la propria strada,in cui un sintomo ci impedisce di godere delle gioie della vita quotidiana,in cui i rapporti con le persone più importanti per noi ci sembrano fonte di malessere,piuttosto che di supporto.

Cambiamenti o tappe importanti della propria storia come interrompere una relazione, sposarsi, avere figli, cambiare lavoro, affrontare una malattia o un lutto, sono eventi spesso vissuti con sentimenti negativi e stati di disagio come tristezza, eccessiva stanchezza, rabbia, colpa, vergogna o pensieri ricorrenti. Il disagio può manifestarsi attraverso l’ansia, la depressione, i disturbi alimentari, i disturbi psicosomatici, la difficoltà nel relazionarsi e comunicare con gli altri (nella coppia, nell’ambiente lavorativo, nelle relazioni amicali, in famiglia).

In questi momenti spesso non si vedono vie d’uscita, si svalutano le proprie risorse e capacità e si sperimentano sofferenza, paura, stress che possono influenzare negativamente la capacità di operare scelte e la possibilità di vivere in modo adeguato le relazioni interpersonali.

In queste e altre circostanze, poiché il malessere diventa difficilmente gestibile, per risolvere efficacemente le situazioni problematiche o interrogarsi sui motivi del proprio disagio ci si può rivolgere ad uno Psicologo. In questi momenti un aiuto psicologico si configura come uno spazio di incontro con un professionista che accompagna la persona in difficoltà lungo un percorso che le consente di vivere una relazione terapeutica che aiuta a conoscere se stessi e a comprendersi meglio facilitando l’evoluzione e il cambiamento.

Chiedere aiuto non è un segno di debolezza o di scarsa indipendenza, ma indica, anzi, la volontà di chiarire e raggiungere i propri obiettivi. I percorsi psicologici non si rivolgono solo a persone che vivono una situazione di malessere o di disagio, ma possono essere intrapresi anche da persone che desiderano monitorare e migliorare il proprio benessere psicologico, potendo essere di aiuto nell'ottimizzazione della qualità della vita, nel supporto alle normali crisi di crescita o nell'adattamento agli eventi più significativi (ingresso scolastico, matrimonio, gravidanza, lutto etc.). Si possono rivolgere allo Psicologo le persone che desiderano ridurre lo stress relativo alla dimensione lavorativa, comprendere e risolvere i normali conflitti relazionali; inoltre tutti coloro che vogliono aumentare generalmente il senso di consapevolezza riguardo alla loro vita e alla realizzazione di se stessi.

A CHI PUO’ ESSERE UTILE L’INTERVENTO DELLO PSICOLOGO?

Lo Psicologo può essere di aiuto ad imprenditori e aziende per le problematiche relazionali e organizzative e per la migliore gestione dei gruppi. Un altro ambito di competenza è l'applicazione nello sport e nella preparazione psicofisica degli atleti.

Per tutti questi motivi allo Psicologo si possono rivolgere singoli cittadini, servizi sociali, scuole, cooperative sociali, consultori familiari, tribunali, istituti bancari, istituti di pena, istituti di ricerca, studi legali, gruppi sportivi etc.

A CHI CI RIVOLGIAMO:

Le attività diagnostiche ed i trattamenti di cura sono rivolti a bambini,adolescenti, giovani , adulti ,anziani, coppie e famiglie che si trovano ad affrontare un disagio ed una sofferenza psichica propria o dei familiari e che cercano risposta alla loro domanda di aiuto. Infatti se un vostro famigliare o conoscente è in una situazione di disagio emotivo, ma non vuole chiedere aiuto, potete comunque essergli utile chiedendo una consulenza per poter meglio comprendere quali comportamenti e strategie adottare per meglio affrontare la situazione.